SPI FINESTRE

#AMPORTE è rivenditore autorizzato #SPIFINESTRE Per le tue finestre sei indeciso quale scegliere? Con #SPIFINESTRE azienda leader nella produzione d'infissi puoi scegliere tra pvc, alluminio e alluminio legno. Chiamaci per un preventivo gratuito.... 067960479 / info@amporte.com

PANNELLI DI RIVESTIMENTO IN ALLUMINIO

I pannelli di rivestimento in alluminio per porte blindate non presentano controindicazioni per essere utilizzati in ambienti esterni garantendo nel tempo inalterabilitĂ  e stabilitĂ , risolvendo qualsiasi problema di manutenzione. Un'infinita gamma di colori consente di personalizzare la vostra porta secondo gli stili e il contesto architettonico. Particolarmente interessanti sono le colorazioni effettolegno, realizzate con pellicole Renolit oppure i colori verniciato legno.

#PORTA BLINDATA AGGIORNA LA #SERRATURA PER STARE PIU’ SICURO

Contro le tecniche più evolute messe in atto dagli scassinatori difendersi è possibile, grazie a cilindri antibumping, serrature con blocco antimanomissione e #defenderantitrapano.

Se la porta utilizza una serratura a doppia mappa di vecchia concezione è possibile sostituire soltanto il blocco serratura con un modello a profilo europeo, poichè la tecnica di manipolazione senza scasso è quella del grimaldello bulgaro uno strumento che permette di ricostruire il profilo della chiave di una serratura a doppia mappa senza avere la chiave originale e senza smontare la serratura.

Se invece la porta è più recente e utilizza un #cilindroeuropeo, è bene assicurarsi che il cilindro sia dotato di certificazione antibumping. In commercio esistono infatti serrature e cilindri creati ad hoc per resistere a questi attacchi sofisticati.

Scegliere chiavi a duplicazione protetta non facilmente duplicabili è un ottimo deterrente per tenere lontani visitatori indesiderati, che hanno vari metodi per entrare nelle vostre case.

C'è chi tenta il "bumping", la manovra che permette di inserire nella serratura una chiave appositamente limata e utilizzata come tensore: la chiave è poi colpita con un qualsiasi oggetto rigido e la forza dell'urto va ad alzare i pistoni superiori oltre la linea di apertura, facendo quindi scattare la serratura.

Ecco quindi che alcuni modelli, pur essendo ottimi prodotti al tempo in cui furono progettati, si rivelano oggi potenzialmente vulnerabili rispetto a questi nuovi metodi di manomissione.

I sistemi di alta sicurezza, inoltre, abbinano chiavi brevettate accompagnate da una carta di proprietĂ  numerata, da esibire ai centri autorizzati nel caso in cui si voglia richiedere un duplicato della chiave, o come il cilindro Cisa RS3 S con duplicazione della chiave solo presso Cisa.

Securemme propone il cilindro K5 di altissima sicurezza, con oltre 1 milione di combinazioni, con chiavi piatte reversibili in alpacca, 1 chiave da cantiere e 5 chiavi sigillate definitive; resistente al trapano grazie alle spine anti-trapano, resistente al bumping, security card che protegge contro le duplicazioni illecite, chiave brevettata a duplicazione protetta, cifratura combinata: perni ed elementi mobili attivi, profilo personalizzato, barra di rinforzo in acciaio inox che protegge tutto il corpo del cilindro, finitura cromo satinata.

Sistema da cantiere: una chiave può essere utilizzata in fase di cantiere, a lavori ultimati, inserendo una delle chiavi definitive si rende inutilizzabile la precedente.k5

MyEVO la serratura motorizzata CISA

CHIUSURA AUTOMATICA INTELLIGENTE

Con il semplice accostamento del battente della porta, che attiva automaticamente il sistema e fa fuoriuscire tutti i catenacci fino alla completa chiusura.

VERSATILE DA UTILIZZARE IN 3 MODALITA'

AUTOMATICA  La porta si chiude in sicurezza con il semplice accostamento, i catenacci escono da soli.

SEMIAUTOMATICA Quando la porta è accostata i catenacci non escono ed è possibile aprirla con la maniglia.

FERMO A GIORNO La porta è sempre aperta, scrocco e catenaccio non escono mai.

326

ristrutturazione edilizia con porte blindate

DETRAZIONI FISCALI 2017 BONUS RISTRUTTURAZIONI

news_restrutturazione

Per chi deciderĂ  di ristrutturare casa nel 2017 sarĂ  ancora possibile sfruttare le detrazioni Irpef del 50% per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2017.

Si potrĂ  fruire della detrazione Irpef al 50% per una serie di interventi realizzati sugli immobili, tra cui quelli riguardanti misure per prevenire il compimento di atti illeciti in casa da parte di terzi, ossia i furti nelle abitazioni.

Tra i vari interventi che permettono di godere dello sconto Irpef vi sono anche quelli relativi all’adozione di misure per prevenire il rischio di furti in casa come ad esempio:

  • apposizione o sostituzione di grate sulle finestre
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini
  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie
  • porte blindate o rinforzate
  • apposizione di saracinesche
  • venti antisfondamento
  • installazione di rivelatori di apertura
  • casseforti a muro
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati ( non è agevolabile il contratto che si stipula con l’istituto di vigilanza).

Tutte le spese sostenute per tali opere sono detraibili nelle misura pari al 50%  Per fruire della detrazione, come per tutti gli altri interventi di ristrutturazione, anche in questo caso è necessario indicare nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o Unico) i dati catastali identificativi dell’immobile e soprattutto pagare tutte le spese con bonifico bancario o postale parlante, ossia che indichi la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario e il numero di partita Iva della ditta che esegue i lavori. Sul bonifico la banca o le Poste applicheranno una ritenuta a titolo d’acconto dell’8%.