L'isolamento termico della propria abitazione è molto importante sia per il benessere nelle stagioni molto fredde, che anche per il risparmio energetico e, di conseguenza, economico.

Un fattore determinante nell'isolamento termico di una casa è costituito dal tipo e dalla qualità degli infissi. Un buon isolamento termico, che garantisce d'altronde anche un altrettanto buon isolamento acustico, consente di ridurre i costi di riscaldamento e di condizionamento della casa diminuendo la dispersione di calore. Ecco alcuni consigli sulla scelta degli infissi.

Oggi è possibile scegliere tra diversi tipi di infissi in grado di isolare termicamente la casa e con un'estetica tale da costituire anche un elemento di arredo. Gli infissi possono essere realizzati nel più classico dei materiali, il legno, o in alluminio, in PVC o ancora in interessanti combinazioni. Ci sono infissi realizzati in alluminio per la parte esterna (questo fa in modo che non necessitino di una grande manutenzione per preservarli dall'azione degli agenti esterni come sole e pioggia) e legno per la parte interna, essendo quest'ultimo un materiale non solo dalle elevate capacità isolanti ma anche dall'estetica attraente.

Grazie alle nuove tecniche, gli infissi possono avere all'interno una camera d'aria che contribuisce ad isolare la casa dalla temperatura esterna. Un altro elemento fondamentale è la scelta di un vetro termico, si tratta di un vetro spesso montato in più strati (vetro doppio o triplo). Per finire, gli infissi devono essere completati da delle speciali guarnizioni realizzate in gomma, la loro funzione è quella di chiudere al meglio ogni fessura tra vetro, infisso e telaio, e limitare ogni infiltrazione di vento o acqua.

Nella scelta di infissi nuovi prestate attenzione al coefficiente di trasmittanza termica (UW), è il valore che indica quanta energia (calore/refrigerazione) disperde l'infisso attraverso la sua superficie,maggiore è questo valore più grande è la dispersione di calore. Un buon infisso deve avere un coefficiente di trasmittanza termica (Uw) pari a 2,0 W/mq K per rispettare quanto stabilito dal Decreto legislativo

E’ evidente che il vetro svolge una azione predominante, visto che rappresenta circa il 70% della superficie di una finestra.

La scelta dei vetri può creare qualche difficoltà per chi non opera nel settore e non conosce le varie tipologie disponibili sul mercato.

Il vetro camera basso emissivo con o senza argon, serve a trattenere il calore che si produce d’inverno per riscaldare la casa, ma non isola dal calore  che nei periodi estivi colpisce i 3/4 di una casa.

Il calore entra in casa, trova il nostro bel vetro camera basso-emissivo e ristagna in casa provocando un effetto serra.

La soluzione è acquistare finestre con vetri camera selettivi a controllo solare

I vetri a controllo solare consentono il passaggio della luce solare attraverso una finestra o la facciata di un edificio, operando nel contempo la riflessione all’esterno di gran parte del calore solare. Essi, infatti, incorporano degli strati invisibili di particolari materiali, che possiedono la duplice proprietà di consentire il passaggio della luce solare respingendone il calore. In questo modo, oltre ad un notevole risparmio di energia, gli spazi interni rimangono luminosi e molto più freschi rispetto all’impiego di un vetro normale.

Gli infissi che rivendiamo della Spi Finestre hanno di serie vetri camera basso-emissivi selettivi con l’aggiunta di gas Argon.

ambientata2_isol70_Q_spi